Per poter visualizzare tutti i contenuti è necessario avere la versione attuale di Adobe Flash Player.

Homepage Galleria Biografia Recensioni la libertà paratissima the mag la stampa corriere dell'arte torino contemporary art arteglobale elena piacentini cronaca qui franca cassine il giornale del piemonte riccardo amapane il mercoledì il mio giornale futura Contatti 

riccardo amapane

PICCOLI INVOLUCRI PER "GRANDI" ESPRESSIVITA'Non è mai retorica quando ci si addentra nel vasto scenario dell’arte figurativa, sia essa espressa con dipinti, grafici, sculture, incisioni od altro. Ma un’opera realizzata con la “tecnica” del collage è per certi versi insolita, soprattutto se l’assemblaggio è costituito dalle comuni bustine di zucchero (ovviamente svuotate) che trovasi un po’ ovunque. La cromia che caratterizza i soggetti consiste in un meticoloso lavoro di ricerca e di abbinamenti dati dall’abile ed estroversa fantasia dell’autore Albino Caramazza, sino ad ottenere suggestivi soggetti i cui particolari sottolineano l’espressione degli stessi e nel contempo la completa espressività compositiva, che non cela la marca di questa o quella azienda ma ne “ostenta” il valore disegnativo e cromatico dello stesso. Intrecci e sovrapposizioni di piccole forme quadrate e rettangolari diventano quindi la componente essenziale per la realizzazione dell’opera figurativa dell’ ”estroso” e quasi improvvisato artista, che non vuole certo imporsi nel vasto mondo dell’arte figurativa contemporanea, ma sicuramente esprime uno spirito di innovazione creativa supportata dalle sue costanti: pazienza e ricerca che vede premiata non solo dal risultato compositivo, ma soprattutto dalla possibilità di esprimere se stesso… anche attraverso quel “dolce involucro” che appaga la gola del consumatore. Riccardo Amapane 27 marzo 2011

PICCOLI INVOLUCRI PER "GRANDI" ESPRESSIVITA'Non è mai retorica quando ci si addentra nel vasto scenario dell’arte figurativa, sia essa espressa con dipinti, grafici, sculture, incisioni od altro. Ma un’opera realizzata con la “tecnica” del collage è per certi versi insolita, soprattutto se l’assemblaggio è costituito dalle comuni bustine di zucchero (ovviamente svuotate) che trovasi un po’ ovunque. La cromia che caratterizza i soggetti consiste in un meticoloso lavoro di ricerca e di abbinamenti dati dall’abile ed estroversa fantasia dell’autore Albino Caramazza, sino ad ottenere suggestivi soggetti i cui particolari sottolineano l’espressione degli stessi e nel contempo la completa espressività compositiva, che non cela la marca di questa o quella azienda ma ne “ostenta” il valore disegnativo e cromatico dello stesso. Intrecci e sovrapposizioni di piccole forme quadrate e rettangolari diventano quindi la componente essenziale per la realizzazione dell’opera figurativa dell’ ”estroso” e quasi improvvisato artista, che non vuole certo imporsi nel vasto mondo dell’arte figurativa contemporanea, ma sicuramente esprime uno spirito di innovazione creativa supportata dalle sue costanti: pazienza e ricerca che vede premiata non solo dal risultato compositivo, ma soprattutto dalla possibilità di esprimere se stesso… anche attraverso quel “dolce involucro” che appaga la gola del consumatore.Riccardo Amapane 27 marzo 2011



Albino Caramazza